• Home 
  • Fisco 

REGISTRATORI DI CASSA TELEMATICI, L’ADEGUAMENTO SLITTA AL 1° GENNAIO 2022

Per Sergio Rebecca, presidente di Confcommercio Vicenza, “si tratta di un’ottima notizia, frutto del pressing associativo sul Fisco”

venerdì 10 settembre 2021
REGISTRATORI DI CASSA TELEMATICI, L’ADEGUAMENTO SLITTA AL 1° GENNAIO 2022 REGISTRATORI DI CASSA TELEMATICI, L’ADEGUAMENTO SLITTA AL 1° GENNAIO 2022

L’obbligo di utilizzare il registratore di cassa telematico slitta al 1° gennaio 2022 e molti negozianti ed esercenti, anche del Vicentino, tirano un sospiro di sollievo. La notizia arriva dall’Agenzie delle Entrate, che lo scorso 7 settembre ha adottato un provvedimento ad hoc di differimento della decorrenza dell’obbligo di utilizzo del nuovo tracciato telematico per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri. La data di decorrenza slitta dunque dal 1° ottobre 2021 al 1° gennaio 2022.

“È un’ottima notizia frutto della costante azione di Confcommercio Imprese per l'Italia mirata a semplificare le numerose incombenze amministrative degli associati – è il commento di Sergio Rebecca, presidente di Confcommercio Vicenza -. Le difficoltà conseguenti al perdurare della situazione emergenziale provocata dal Covid-19 hanno rallentato l’aggiornamento dei registratori di cassa, sia per i costi che ciò comporta, sia per il gran numero di apparecchi su cui intervenire. Non era ipotizzabile che si riuscisse a fare tutto entro fine settembre, dunque il nostro pressing sul Fisco è stato forte e costante, portando a questo risultato”.

Non si tratta del primo slittamento relativo all’obbligo dei corrispettivi telematici, che già era stato spostato dal 1° aprile al 1° ottobre 2021. Ora, dunque ci saranno ancora più di tre mesi di tempo per adeguarsi al nuovo tracciato telematico dei dati dei corrispettivi giornalieri versione 7.0 (che si può comunque già utilizzare per chi nel frattempo ha aggiornato i propri sistemi). Fino al 31 dicembre 2021 resta, infatti, consentito l’utilizzo della versione 6.0.

NEWS IMPRESE