• Home 
  • Norme 

BOLLETTE E CARBURANTI, DAL GOVERNO 4,4 MILIARDI PER FAMIGLIE E IMPRESE

Cominciata in Senato la discussione sul “decreto taglia prezzi", approvato dal Cdm per difendere il potere d’acquisto delle famiglie e sostenere le imprese. Confcommercio: "scelte giuste, ma da potenziare"

giovedì 12 maggio 2022
BOLLETTE E CARBURANTI, DAL GOVERNO 4,4 MILIARDI BOLLETTE E CARBURANTI, DAL GOVERNO 4,4 MILIARDI
Fonte: Confcommercio Nazionale

Nuove modifiche per il decreto "Contrasto agli effetti economici e umanitari della crisi ucraina", anche detto "ucraina bis" o "taglia prezzi", il provvedimento da 4,4 miliardi di dotazione finanziaria approvato dal Consiglio dei ministri con l’obiettivo di difendere il potere di acquisto delle famiglie e il tessuto imprenditoriale, soprattutto quello più esposto con le nazioni in guerra. Gran parte delle risorse arriva con una tassazione del 10% sugli extraprofitti delle società energetiche. Le principali misure del provvedimento sono:

  • taglio di 25 centesimi delle accise sui carburanti fino all'8 luglio;
  • bonus sociale allargato a 5,2 milioni di famiglie, che pagheranno luce e gas come l'estate scorsa;
  • bollette a rate e crediti d'imposta per le imprese;
  • golden power rafforzato.

Le novità più recenti arrivano dall'ok delle commissioni Finanze e Industria del Senato a una serie di emendamenti, tra cui spiccano l'estensione del potere di golden power del Governo al settore idroelettrico, e una nuova stretta sui bonus edilizi: se passano gli emendamenti dal primo luglio del prossimo anno per beneficiare dei bonus edilizi per lavori richieste per i lavori di importo sopra i 516 mila euro, bisognerà rivolgersi ad imprese che hanno la certificazione SOA, fino ad oggi necessaria solo per le aziende che intendevano partecipare ad appalti pubblici. Sul fronte del caro-energia, oltre alla proroga del taglio delle accise, verrebbe estesa fino alla  fine di giugno la rateizzazione delle bollette di energia elettrica e di gas naturale per le famiglie, e verrebbe alzato il tetto Isee per accedere al bonus sociale.
La discussione generale sul testo è cominciata il 10 maggio nell'Aula di Palazzo Madama e ora proseguirà fino a conclusione dell'iter parlamentare.

NEWS IMPRESE