• Home 
  • Territorio 
  • Mandamento di Asiago 

“MADE IN MALGA” SPOSA IN PIENO LA NOSTRA IDENTITA’

Marianna Lievore, presidente di Confcommercio Asiago, evidenzia l’importanza di procedere con velocità all’organizzazione della prossima edizione

mercoledì 05 febbraio 2020

Commercianti, albergatori, ristoratori, titolari di pubblici esercizi di Asiago sono un unico fronte nel ribadire l’importanza di poter avere nel calendario delle manifestazioni della città un evento di  successo come “Made in Malga”. Già da tempo la delegazione della Confcommercio di Asiago, capitanata dalla presidente Marianna Lievore e dal segretario di delegazione David Sterchele, lo aveva ribadito all’ Assessore al Turismo Nicola Lobbia, sollecitando si definisse in tempi brevi il programma della prossima edizione. Oggi, dopo aver appreso la notizia che nessun organizzatore ha partecipato al bando pubblico indetto dal Comune, l’appello di Confcommercio Asiago si fa ancora più pressante. “Made in Malga – spiega la presidente Lievore - è una manifestazione alla quale non possiamo rinunciare. Dal 2011 è un evento che è cresciuto anno dopo anno, richiamando in città e sull’Altopiano un flusso importante di visitatori e turisti da tutta Italia e dall’estero. Questo risultato è frutto dell’impegno degli organizzatori, degli sponsor, di tanti operatori di Asiago che hanno creduto nella manifestazione contribuendo a migliorarla e dell’Amministrazione comunale.
Una “squadra” - continua la presidente dei commercianti di Asiago - che con passione, investimenti e strategie, ha funzionato bene e che, a nostro avviso, deve continuare a lavorare insieme, consolidando i buoni risultati conseguiti”.

In effetti, “Made in Malga” è oggi a pieno titolo, una della manifestazioni più importanti per Asiago. Nei due week end di settembre, interessati dall’evento, non è facile trovare posto negli hotel, ristoranti e bar, proprio per l’altissimo afflusso di pubblico, con turisti che confermano la loro presenza di anno in anno. “Oltre a essere un appuntamento di fine estate molto atteso da tanti visitatori dell’Altopiano – sottolinea Marianna Lievore - è un evento che sposa in pieno la nostra identità, vale a dire il formaggio, i sapori, il benessere che sa dare la montagna. Di fatto prolunga la stagione turistica fino a metà settembre, con evidenti riscontri sull’economia locale. Per questo noi riteniamo fondamentale, e lo abbiamo ribadito in una nostra lettera sull’argomento inviata al Comune, investire per valorizzarla, puntando su proposte di qualità, tali da rappresentare nell’insieme un veicolo di grande promozione dell’immagine turistica di Asiago. Il fatto che ora il Comune possa assegnare direttamente l’incarico agli organizzatori - conclude la presidente - crediamo sia un vantaggio significativo, soprattutto se si avrà l’accortezza di procedere in velocità nel mettere in piedi un programma di livello per la prossima attesa edizione”.

NEWS IMPRESE