• Home 
  • Territorio 
  • Mandamento di Asiago 

COMUNI, SISTEMA CONFCOMMERCIO E BANCHE, IN SINERGIA A SOSTEGNO DELLE IMPRESE DEL TERRITORIO

Presentato il Protocollo d’Intesa che garantisce 540 mila euro di liquidità alle imprese di Asiago, Roana e Lusiana Conco

martedì 21 settembre 2021
I relatori alla conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa I relatori alla conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa

Una iniezione di liquidità per le imprese di Asiago, Roana e Lusiana Conco: 540 mila euro sul piatto per sostenere il sistema economico locale, grazie alla collaborazione tra Comuni, mandamento Confcommercio di Asiago, Fidi Impresa & Turismo Veneto (confidi del sistema regionale Confcommercio) e un pool di istituti di credito: Volksbank, Banca di Verona e Vicenza e Banca del Veneto Centrale.

L’iniziativa si chiama “I Comuni sostengono le imprese” ed è stata presentata ufficialmente martedì 21 settembre in Altopiano con una conferenza stampa tenutasi all’hotel Paradiso. “L’obiettivo dell’iniziativa, - ha spiegato in apertura David Sterchele, segretario del mandamento Confcommercio di Asiago – è  di agevolare la liquidità aziendale con misure di pronto sostegno mirate alla ripartenza, in un momento ancora segnato dalle incertezze e dalle limitazioni legate all’emergenza Covid-19. Il nostro ruolo, come Associazione, è stato di favorire la sinergia che ha portato a questo importante accordo e dunque un ringraziamento particolare va a tutti coloro che si sono adoperati per rendere operativa l’ agevolazione”.

Un moltiplicatore di risorse
Vediamo da vicino, prima di ascoltare le motivazioni dei vari intervenuti alla conferenza stampa, quali sono le caratteristiche di questo strumento. Il meccanismo è semplice: i Comuni hanno siglato con Fidi Impresa & Turismo Veneto un protocollo d’intesa che ha garantito lo stanziamento di un fondo necessario ad avviare l’operazione. Il confidi di Confcommercio, grazie alla collaborazione con gli istituti di credito, ha trasformato questa disponibilità economica in un “moltiplicatore” in grado di concedere al mondo delle imprese prestiti del valore 12 volte superiore.

Così, i 20.000 euro stanziati dal Comune di Asiago si trasformeranno in 240.000 euro di finanziamento per le aziende del territorio. I 15.000 euro del Comune di Roana diventano 180.000 euro a disposizione del tessuto economico locale. E i 10.000 euro del Comune di Lusiana Conco garantiscono prestiti per 120.000 euro.

Aspetto ancor più interessante: i finanziamenti non hanno costi per le aziende e sono offerti con un tasso fisso estremamente conveniente: lo 0,7% annuo fisso.

Nella sostanza, con l’iniziativa “I Comuni Sostengono le imprese”, le aziende di Asiago, Roana e Lusiana Conco potranno chiedere un finanziamento da un minimo di 10 mila ad un massimo di 25 mila euro, per un durata massima di 72 mesi (con possibilità di preammortamento massimo di 24 di preammortamento), senza alcuna commissione di garanzia applicata e con documentazione di istruttoria semplificata. L’erogazione del finanziamento avverrà in tempi rapidi dopo il ricevimento di tutta la documentazione richiesta.

Le dichiarazioni dei protagonisti
Velocità, convenienza e massima flessibilità sono tutte caratteristiche che dimostrano come l’iniziativa risponda in pieno all’esigenza, sempre più sentita da parte delle imprese, di ottenere risposte concrete, immediate, efficaci.

Ed è stato questo, nella sostanza il leitmotiv degli interventi che si sono succeduti nel corso della conferenza stampa.

Nicola Lobbia, assessore alle Attività Produttive e al turismo di Asiago ha ricordato come “quello presentato oggi sia uno strumento che si aggiunge ad altre importanti iniziative adottate dal Comune a sostegno delle imprese, come ad esempio quanto previsto dal Distretto del Commercio, il bonus affitti che ha potuto contare su un finanziamento di 40 mila euro e il fondo rotativo per accedere ad un contributo agevolato, strumento però, quest’ultimo, non più così vantaggioso. Da qui dunque la decisione di individuare questa nuova formula di sostegno alle imprese, assieme alle associazioni di categoria e alle banche, che abbiamo voluto rendere operativo come importante segno di fiducia sul futuro”.

Mauro Corà, assessore al Bilancio, ai Lavori Pubblici e alla protezione civile del comune di Roana ha voluto anch’esso ricordare all’inizio le azioni già messe in campo dall’Amministrazione: “Abbiamo cercato di sostenere il più possibile le nostre imprese in questo anno e mezzo stanziando somme per aiutare nell’adeguamento alle norme di sicurezza Covid; siamo poi intervenuti con i fondi delle aree interne con uno stanziamento di 65 mila euro e prossimamente ci saranno altri due bandi di circa 40 mila euro rivolti sempre alle imprese del Comune, oltre alle esenzioni Tari. Insomma un aiuto in questo momento di crisi e di incertezza cui si aggiunge questo protocollo al quale abbiamo voluto subito aderire per l’importanza del sostegno garantito”.

Samuela Passuello, assessore alla Comunicazione istituzionale, all’istruzione e ai servizi alla persona e alla famiglia del comune di Lusiana Conco ha a sua volta riepilogato gli interventi già messi in campo a sostegno delle imprese durante la crisi legata al Covid 19 (oltre che il fondo rotativo attivato negli anni precedenti), ma ha voluto anche sottolineare come l’intervento previsto da questo protocollo sia particolarmente strategico perché “nei comuni piccoli come il nostro l’emergenza attuale si è fatta sentire in modo importante: stiamo correndo il rischio che il tessuto commerciale si impoverisca con la perdita di tante attività. Questa iniziativa interviene dunque in modo preventivo per dare fiducia e una prospettiva a lungo termine alle imprese”.

Sergio Terzo responsabile per Vicenza di Fidi Impresa & Turismo Veneto ha spiegato tecnicamente lo strumento agevolativo, non prima di aver ribadito che “le risorse messe in gioco dai Comuni, rapportate alle possibilità della singola amministrazione, rappresentano un gesto di ascolto e di attenzione alle realtà imprenditoriali, specialmente quelle di più piccola dimensione, in un momento economico non facile. Un gesto concreto di sostegno che nasce da una sinergia tra i vari attori economici del territorio. È un’iniziativa – ha detto - che ricalca quella del Governo per la concessione di prestiti fino a 25-30 mila euro alle imprese in piena emergenza Covid, iniziativa che però non è stata più riproposta, nonostante la situazione critica non sia stata ancora superata. Invece oggi questa iniezione di liquidità è ancor più necessaria perché ci troviamo con aziende che vedono il treno della ripartenza ma magari non hanno la “benzina” per agganciarlo”.
Alla conferenza erano presenti anche due degli istituti di credito che hanno reso possibile questa operazione.

Renato Zampieri, responsabile Mercato Vicenza di Banca Verona e Vicenza ha evidenziato come: “la nostra mission di banca è sostenere il territorio e dunque ben volentieri abbiamo aderito a questa iniziativa. Noi crediamo così tanto in questo territorio che  in controtendenza con quanto sta accadendo nel sistema bancario che chiude sportelli, abbiamo deciso di aprire anche uno sportello recentemente ad Asiago. Dunque non potevamo che sostenere questo strumento certamente utile”.

Per Antonio Passuello, direttore della filiale di Asiago di Volksbank: “il supporto alle Pmi è il nostro core business e dunque abbiamo accolto con entusiasmo questa iniziativa messa in campo dai Comuni e da Confcommercio perché riteniamo che questo prodotto possa essere un validissimo strumento per immettere liquidità nelle casse aziendali abbattendo però gli oneri finanziari”.

NEWS IMPRESE