• Home 
  • Territorio 
  • Vicenza 

SICUREZZA E DEGRADO IN CITTÀ: I TEMPI SONO MATURI PER ISTITUIRE IL SERVIZIO NOTTURNO DELLA POLIZIA LOCALE

Dopo gli ultimi fatti di cronaca in centro storico il presidente di Confcommercio Vicenza Rebecca scrive al sindaco Rucco: “Preoccupati per una situazione che rischia di degenerare”

giovedì 10 giugno 2021
SICUREZZA E DEGRADO IN CITTÀ: I TEMPI SONO MATURI PER ISTITUIRE IL SERVIZIO NOTTURNO DELLA POLIZIA LOCALE SICUREZZA E DEGRADO IN CITTÀ: I TEMPI SONO MATURI PER ISTITUIRE IL SERVIZIO NOTTURNO DELLA POLIZIA LOCALE

“Bisogna passare dall’attenzione all’azione, per far capire a chi sta mettendo a rischio la quiete, il decoro e la sicurezza di un’area importante del centro storico che a Vicenza non esistono zone franche”. Sergio Rebecca, presidente di Confcommercio Vicenza interviene sulla spinosa questione della sicurezza in centro storico a Vicenza, dopo l’ennesimo fatto di cronaca che ha coinvolto nei giorni scorsi una delle “aree calde”, sotto questo punto di vista, del cuore cittadino: contra’ Pescherie Vecchie. “Siamo a due passi da un simbolo cittadino come piazza dei Signori con la Basilica Palladiana – sottolinea il presidente Rebecca –: quello che accade qui ha ripercussioni sull’immagine complessiva della nostra città, con ricadute importanti sulle attività commerciali e turistiche. Sappiamo che è già stato fatto molto, sul fronte dei controlli, da parte delle Forze dell’Ordine, ma evidentemente non basta. Serve presidiare e dissuadere, agendo con costanza fino all’eliminazione del problema”.

Un concetto che il presidente di Confcommercio Vicenza ha voluto ribadire anche con una lettera inviata oggi al sindaco Francesco Rucco, nella quale esprime “viva preoccupazione” per una “situazione che rischia sempre più di degenerare in modo irreversibile”. E che contiene anche una richiesta: valutarela possibilità che il servizio della Polizia Locale possa essere prolungato in orario notturno, al fine di migliorare le azioni orientate al controllo del territorio da parte delle altre Forze dell’Ordine”.

Spiega così, il presidente Rebecca, la sua sollecitazione al Comune : “I tempi sono maturi per un cambio di passo nel controllo del territorio e la soluzione può essere proprio l’istituzione di un presidio notturno da parte dei vigili. Il primo passo – continua - potrebbe essere quello di garantire quanto meno il loro intervento notturno in caso di incidenti stradali, come avviene anche in altre città, così da alleviare di questa incombenza Polizia e Carabinieri, che potrebbero concentrarsi sulle zone più a rischio dal punto di vista dell’ordine pubblico. Ma in prospettiva – continua il presidente di Confcommercio Vicenza – sarà importante prevedere una presenza costante, 24 ore su 24, della Polizia Locale a controllo quanto meno del centro storico e delle aree limitrofe”.

Quel che è certo è che in un momento in cui il desiderio di tutti è di riappropriarsi della socialità, giocoforza limitata dal Covid, è importante garantire un ritorno alla normalità anche sotto il profilo della sicurezza e della vivibilità, mettendo in campo ogni soluzione possibile.

NEWS IMPRESE