• Home 
  • Territorio 
  • Vicenza 

VICENZA, IL TURISMO RIPARTE

Le nuove azioni di Confcommercio Vicenza e Comune di Vicenza realizzate nell’ambito del Protocollo d’Intesa sul Turismo

giovedì 22 aprile 2021
Un momento della conferenza stampa tenutasi in Confcommercio Vicenza Un momento della conferenza stampa tenutasi in Confcommercio Vicenza

Il Protocollo d’Intesa sul Turismo, siglato tra Confcommercio Vicenza e Comune di Vicenza il 10 ottobre 2019, torna in primo piano con il passaggio dall’idea alla realizzazione pratica di quattro iniziative mirate a rendere la città più accogliente e fruibile per coloro che vi soggiornano o sono di passaggio.

L’avanzare della campagna vaccinale, l’apertura dei confini regionali e l’allentamento, anche se ancora insufficiente, delle restrizioni alle attività a causa dall’emergenza Covid-19 danno speranza per una pronta ripartenza del turismo. Fondamentale allo scopo è farsi trovare preparati: per questo Confcommercio e Comune di Vicenza hanno lavorato nei mesi scorsi ad alcuni interventi condivisi, con l’obiettivo di rendere la visita dei turisti alla Città del Palladio, ancora più facile e coinvolgente.

Da qui la conferenza stampa tenutasi giovedì 22 aprile, nella sede di Confcommercio Vicenza, che ha avuto l’obiettivo di fornire un aggiornamento sull’evoluzione del Protocollo d’Intesa e che ha visto la presenza del presidente di Confcommercio Vicenza Sergio Rebecca, dell’assessore Silvio Giovine (commercio e attività produttive, politiche del lavoro, turismo, valorizzazione del centro storico e coordinamento di eventi e manifestazioni) e del presidente della Sezione 1 Centro Storico Confcommercio Nicola Piccolo.

Il Protocollo d’Intesa sul Turismo, va ricordato, è un piano strategico che comprende azioni, anche di sperimentazione, volte a supportare il pieno sviluppo del turismo, comparto che rappresenta per Vicenza un fattore di crescita e occupazione, oltre che un presupposto per una politica di sviluppo urbano.

Quattro, come si diceva, le azioni presentate alla stampa, che toccano altrettanti aspetti centrali per far vivere al meglio la permanenza dei turisti: accompagnare la visita alla città con supporti digitali, offrire nuove infrastrutture; rendere la città più bella e lo shopping più comodo. Ad illustrarle, in apertura, il presidente Sergio Rebecca, che ha sottolineato come in un momento che permane molto difficile per il terziario, a causa dei risvolti legati all’emergenza Covid-19, sia essenziale guardare comunque al futuro delle nostre attività con speranza, fiducia, ma anche investendo. “L’intento – ha sottolineato - è quello di far recitare alla nostra città un ruolo sempre più importante, per farla crescere ancor più dopo gli ottimi livelli di visitatori raggiunti in passato con le Grandi Mostre”. Il presidente di Confcommercio Vicenza ha sottolineato come sia essenziale per la nostra città uscire dallo schema del “turismo mordi e fuggi”: “dobbiamo sviluppare – ha aggiunto – una politica attenta al turismo, ma anche al commercio che ha con questo un legame indissolubile. E per farlo pensiamo che il web sia uno degli elementi maggiormente da sfruttare per poter crescere e ciò giustifica i grandi investimenti che abbiamo fatto in quest'ambito senso come Confcommercio”.

L’assessore Silvio Giovine, dal canto suo, ha sottolineato come in questi mesi si sia “lavorato tantissimo e la prima sfida è stata proprio quella di continuare a farlo proprio nel momento in cui è partita questa emergenza pandemica. Il rischio, in questo caso, era quello di farsi assorbire dalla quotidianità e dall’emergenza: abbiamo continuato ad impegnarci per una visione di prospettiva, per mettere la nostra città nella condizione migliore di sviluppare turismo, impresa e commercio. Nell’arco di pochissimi mesi siamo riusciti ad ottenere risultati importantissimi che saranno le basi per una ripartenza che deve vederci protagonisti”.

Ma vediamo da vicino le azioni presentate in conferenza stampa, che è stata però l’occasione anche per annunciare altre importanti novità sul fronte della cartellonistica pedonale per i turisti, gli eventi e i collegamenti tra il centro storico e alcune delle principali attrazioni “fuori” dalle mura del centro storico, oltre che per parlare ancora del collegamento tra la Basilica Palladiana e Piazza delle Erbe, tutti aspetti contemplati dal Protocollo d’Intesa, ma non ancora attuati.

Il metrò del Palladio
Si presenta come una vera e propria "piantina" del metrò, ma le fermate non sono le classiche stazioni. Sono invece i più bei monumenti e palazzi del centro storico, i musei, gli scorci panoramici che meritano una visita da parte del turista: 64 punti geolocalizzati, che con un semplice clic del mouse (o un tap sullo schermo dello smartphone) forniscono sintetiche informazioni sugli aspetti storici, artistici, le modalità di visita. Ecco dunque il "metrò del Palladio", la nuova sezione del portale del turismo vicentino www.vitourism.it che si arricchisce di 6 itinerari interattivi attraverso il centro storico della città, per una visita virtuale che può essere fatta comodamente da casa, per programmare il viaggio, oppure per farsi accompganare (grazie all'App di navigazione di Google Maps), da palazzo a palazzo, da monumento a monumento. Per scoprila cliccate qui.

Maxi poster sulle vetrine sfitte
Le vetrine sfitte si trasformano in una "finestra sulla città". E' l'idea che sta alla base del maxi-poster, con immagini fotografiche dei più importanti luoghi e monumenti della città, che verrà  collocato gratuitamente nelle vetrine dei negozi non più in attività. Per Vicenza questi maxi-poster costituiscono un elemento di decoro urbano in grado di risolvere, pur parzialmente, il fenomeno dei “buchi neri” che interrompono la continuità delle vie commerciali.

Per i proprietari dei negozi, che già da oggi possono fare richiesta al Comune di fornitura dei poster, si tratta di un modo per attutire l’impatto estetico delle vetrine spente, che influisce anche sulla percezione qualitativa del contesto urbano in cui l’immobile è inserito.

Area attrezzata camper
Il "popolo dei camperisti" ameranno ancor più Vicenza. Al Parco della Pace, infatti, sarà attrezzata una nuova area di sosta  per i camper, provvista di colonnine elettriche, scarichi idonei e acqua potabile. L’area punterà ad intercettare questa tipologia di visitatori, un target certamente interessante per il turismo culturale offerto da Vicenza. In questo senso l’area permetterà ai camper di sostare in piena autonomia per più giorni, offrendo la possibilità di una maggiore permanenza in città. Su questo capitolo l’assessore Giovine ha voluto annunciare che oltre che su Parco ella Pace si sta lavorando per altre due zone adatte alla sosta dei camper, più vicine al centro storico, al Park Cricoli e al Park Stadio.

“La spesa che non pesa”

Fare shopping senza doversi "trascinare" per la città pacchi, borse e quant'altro. Un bel vantaggio se poi i nostri acquisti ci aspettano direttamente al parcheggio. Sarà così da giugno 2021, quando verrà attivato, nei weekend, il servizio “La spesa che non pesa”,  realizzato grazie alla collaborazione di VELoCe Vicenza Logistic Center e AIM, offerto gratuitamente agli utenti del Park Fogazzaro.

Nei giorni di attivazione del servizio, fino alle ore 18.00, si potranno lasciare pacchi e sacchetti con i propri acquisti in deposito nei negozi e sarà “VELoCe”, il servizio distribuzione di merci con mezzi elettrici in centro storico, a recapitarli nel punto allestito appositamente all’interno del Park Fogazzaro, dove potranno essere ritirati in fasce orarie definite.

Gli aspetti da completare

Come si diceva, la conferenza stampa è stata anche l’occasione per uno sguardo a cosa manca ancora da fare per la piena realizzazione del Protocollo d’Intesa. Ad esempio la sistemazione della cartellonistica che fornisce indicazioni pedonali turistiche ai visitatori. “Ci stiamo lavorando – ha affermato l’assessore Giovine – abbiamo già affidato l’incarico e siamo nella fase dell’esecuzione”. Altro capitolo è quello del collegamento tra piazza Matteotti, uno dei principali approdi dei turisti per il vicino Teatro Olimpico, e punti essenziali di attrazione della città come Villa ai Nani, La Rotonda, che dovrebbe essere attivato nel 2021.

E poi gli eventi di rivitalizzazione del centro storico, dove l’assessore Giovine ha annunciato “che avremo una primavera-estate dove a partire dal 9 maggio non avremo un weekend libero”, vista la fitta agenda di eventi previsti e realizzati, anche in collaborazione con Confcommercio,  che verranno prossimamente annunciati.

Nodo ancora irrisolto, che il presidente Rebecca ha voluto sottolineare con forza, quello del collegamento tra la Basilica Palladiana e piazza delle Erbe, “che aiuterebbe a portare i turisti in un uno dei luoghi più belli della città, aprendo anche la strada per spostarsi, ad esempio, verso Ponte san Michele che offre bellissimi scorci e molti altri luoghi ancora”; e qui è essenziale, come ha sottolineato l’assessore Giovine, lavorare assieme alla Soprintendenza con cui c’è un’interlocuzione molto positiva.

Confcommercio migliora altri mezzi di promozione turistica
Oltre al Protocollo d’Intesa sul Turismo, Confcommercio ha da tempo messo in campo altri strumenti mirati alla promozione turistica del territorio, che vengono costantemente implementati e aggiornati. Anche di questo si è parlato con la stampa nel corso dell’incontro.

Ristoratoridivicenza.it. Il portale della cucina vicentina (e la relativa app) offre ai vicentini e ai turisti informazioni su oltre 700 locali della provincia. Si possono cercare informazioni su ristoranti, trattorie, pizzerie, selezionando la località, tipologia di locale, atmosfera, servizi, budget o addirittura prodotti tipici del territorio. Inoltre, quando il settore tornerà ad essere pienamente operativo e i protocolli lo permetteranno, saranno nuovamente proposte informazioni sugli eventi organizzati nei locali, come ad esempio, serate a tema, menu speciali, promozioni e altro ancora.

Infotourist. Nei giorni scorsi si è proceduto al restyling grafico di questa newsletter settimanale che dà notizia dei principali eventi organizzati in città e provincia e riporta anche gli orari dei principali musei del Vicentino. Si tratta di un pratico strumento inviato a tutti gli hotel della provincia, e reso disponibile a tutti i soci, che contiene informazioni subito fruibili dagli ospiti. La newsletter, attiva da alcuni anni, è stata sospesa per l’emergenza Covid, ma tornerà ad essere operativa appena i protocolli consentiranno di proporre nuovi eventi.

NEWS IMPRESE