• Home 
  • Norme 

NUOVO DECRETO COVID-19: LE REGOLE DAL 7 APRILE

Il Governo ha approvato il nuovo provvedimento. Non c'è alcun allentamento, ma se i dati miglioreranno potranno esserci deroghe per ripristinare le zone gialle

giovedì 01 aprile 2021
NUOVO DECRETO COVID-19: LE REGOLE DAL 7 APRILE NUOVO DECRETO COVID-19: LE REGOLE DAL 7 APRILE

IN AGGIORNAMENTO

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da COVID-19 (scaricabile da link a fondo pagina). Il testo prevede la proroga fino al 30 aprile 2021 dell’applicazione delle disposizioni del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 2 marzo 2021 (salvo che le stesse contrastino con quanto disposto dal medesimo decreto-legge) e di alcune misure già previste dal decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30. In particolare, la proroga riguarda:

  • l’applicazione nelle zone gialle delle misure della zona arancione;
  • l’estensione delle misure previste per la zona rossa in caso di particolare incidenza di contagi (superiori a 250 casi ogni 100mila abitanti e nelle aree con circolazione delle varianti) sia con ordinanza del Ministro della salute che con provvedimento dei Presidenti delle Regioni;
  • la possibilità, nella zona arancione, di uno spostamento giornaliero verso una sola abitazione privata abitata in ambito comunale.

Il testo prevede la possibilità entro il 30 aprile di apportare modifiche alle misure adottate attraverso specifiche deliberazioni del Consiglio dei Ministri.

Maggiori informazioni sulle misure in vigore nelle zone arancioni e rosse, sono consultabili in questa pagina. VAI ALLA PAGINA DEDICATA.

Ricordiamo, per completezza d'informazione, che nei giorni 3, 4 e 5 aprile 2021, in base al precedente decreto in vigore fino al 6 aprile, sull’intero territorio nazionale si applichano alle attività economiche le misure stabilite per la zona rossa. In attesa dell'ordinanza ufficiale,  notizie di stampa hanno inoltre già anticipato il passaggio in zona arancione del Veneto a partire da martedì 6 aprile.

Tornando al nuovo decreto, il provvedimento introduce anche disposizioni volte ad assicurare l’assolvimento dell’obbligo vaccinale da parte del personale medico e sanitario, prevedendo una dettagliata procedura per la sua operatività e adeguate misure in caso di inottemperanza (assegnazione a diverse mansioni ovvero sospensione della retribuzione).

Estende agli enti del Terzo settore (ONLUS, organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale) la disciplina prevista per lo svolgimento delle assemblee ordinarie con modalità semplificate per le società sino al 31 luglio 2021.

Per tutti gli altri provvedimenti (scuola, giustizia civile e penale ecc.) si rimanda alla lettura del decreto allegato.

NEWS IMPRESE