• Home 
  • Norme 

COVID 19: LE LINEE GUIDA PER LE ATTIVITA' DEL TERZIARIO

Le norme che regolano la Fase 2: istruzioni e normativa di riferimento per le attività del dettaglio e i pubblici esercizi

lunedì 18 maggio 2020

ULTIMO AGGIORNAMENTO AL 7.08.2020

NUOVE LINEE GUIDA CONFERENZA DELLE REGIONI

Sono state pubblicate sul sito della Regione del Veneto, e dunque sono in vigore, le nuove linee guida dela Conferenza delle Regioni per l'esercizio delle attività economiche, produttive e ricreative. Le linee guida, scaricabili dal link a fondo pagina, non apportano particolari modifiche a quanto stabilito se non relativamente a saune, biblioteche, bar e ristorazione (per quest’ultimo settore si prevede, analogamente a quanto già previsto per i circoli ricreativi, la possibilità di giocare a carte).

ULTIMO AGGIORNAMENTO AL 6.08.2020

PROROGA VALIDITA' DEL DURC

I documenti unici di regolarità contributiva (Durc) in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020 sono validi  fino al 29 ottobre 2020. Tale differimento è dovuto alla soppressione dell'art. 81, comma 1 del D.L. 19 maggio 2020, n. 34, operata dalla legge del 17 luglio 2020, n. 77.

Al riguardo, con le istruzioni operative del 3 agosto, l'Inail ha chiarito che il differimento al 15 ottobre 2020 dello stato di emergenza non produce effetti sulla proroga del periodo di validità dei Durc online che rimangono validi, quindi, fino alla suddetta data del 29 ottobre e non fino al 13 gennaio 2021.

Nell’ambito dei procedimenti in cui è richiesto il possesso del Durc, pertanto, tutti i Durc online con data fine validità compresa tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020 sono ritenuti validi fino al 29 ottobre 2020, senza necessità di procedere ad una nuova interrogazione.

Nella funzione Consultazione del servizio Durc online, oltre ad essere disponibili i Durc in corso di validità, è possibile l’acquisizione dell’ultimo Durc online già emesso che riporta nel campo “Scadenza validità” una data compresa tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020, con validità prorogata al 29 ottobre 2020.

L’Inps ha segnalato l’implementazione della procedura Durc On Line, facendo altresì presente che, fino al 29 ottobre 2020, sarà comunque possibile proporre una nuova richiesta di Durc che sarà definita secondo gli ordinari criteri previsti dal D.M. 30 gennaio 2015.

Per informare gli utenti delle particolarità relative alla modalità di consultazione dei Durc on line con validità prorogata e all’effettuazione delle richieste preordinate alla selezione del contraente o alla stipulazione del contratto per lavori, servizi o forniture, l'Inps e l’Inail hanno inserito nell’home page del servizio “Durc On Line”, il seguente messaggio:

“Si comunica che tutti i Durc On Line con scadenza compresa tra il 31.01.2020 e il 31.07.2020 conservano la loro validità fino al 29.10.2020 per effetto della soppressione del comma 1 dell’art. 81 del D.L. n. 34/2020 ad opera della legge di conversione n. 77/2020. Pertanto, nella funzione “Consultazione” saranno resi disponibili i Durc on line in corso di validità e, in mancanza, quelli con scadenza di validità prorogata al 29.10.2020. Si rappresenta inoltre che il D.L. n. 76/2020 (art. 8, comma 10) ha stabilito che, in tutti casi in cui per la selezione del contraente o per la stipulazione del contratto relativamente a lavori, servizi o forniture previsti o in qualunque modo disciplinati dal medesimo D.L. n. 76/2020 è richiesta l’acquisizione del Durc, le stazioni appaltanti/amministrazioni procedenti non possono utilizzare il Durc on line con validità prorogata. Pertanto, in questi casi, deve essere effettuata una richiesta di verifica della regolarità contributiva secondo le ordinarie modalità di cui al DM 30 gennaio 2015”.

AGGIORNAMENTO AL 27.07.2020

OPERATIVA LA PIATTAFORMA PER I CONTRIBUTI PER ACQUISTO DI MOTO, SCOOTER ELETTRICI O IBRIDI

Disponibile per ora l’opzione del contributo con rottamazione di un vecchio veicolo

È operativa la piattaforma online sul sito ecobonus.mise.gov.it per prenotare il contributo per l’acquisto (con rottamazione) di moto, scooter elettrici o ibridi.

Con la conversione in Legge del D.L. n. 34/2020 (c.d. Decreto Rilancio) sono, infatti, diventate operative le nuove misure che ridefiniscono i contributi dell’ecobonus per tali acquisti.

Per i veicoli nuovi di categoria L a due, tre o quattro ruote, ibridi o elettrici (da L1 a L7), le percentuali dell’ecobonus sono così definite:

  • 30 per cento del prezzo di acquisto fino a un massimo di euro 3.000 senza rottamazione;
  • 40 per cento del prezzo di acquisto fino a un massimo di euro 4.000 con rottamazione.

Nei prossimi giorni sarà disponibile la piattaforma per prenotare il contributo senza rottamazione.

AGGIORNAMENTO AL 24.07.2020

DECRETO RILANCIO: LE NOVITÀ PER LE ATTIVITÀ DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

La conversione in legge del Decreto Rilancio ha portato interessanti novità per il commercio su aree pubbliche. Vediamo quali.

RINNOVO DELLE CONCESSIONI
L’articolo 181 dispone che le concessioni di posteggio per l’esercizio del commercio su aree pubbliche, aventi scadenza al 31 dicembre 2020, se non già riassegnate, verranno rinnovate per la durata di 12 anni.

E’ previsto, in particolare, che il rinnovo avvenga secondo linee guida adottate dal MISE, con modalità stabilite dalle Regioni entro il 30 settembre 2020, con assegnazione al titolare dell’azienda, sia che la conduca direttamente l’attività, sia che l’abbia conferita in gestione temporanea. Il tutto, previa verifica della sussistenza dei requisiti di onorabilità e professionalità prescritti, dell’iscrizione ai registri camerali quale ditta attiva, e la verifica della non sussistenza di gravi e comprovate cause di impedimento temporaneo all’esercizio dell’attività.

Qualora non sussistano impedimenti, il rinnovo è un atto automatico, ma è subordinato alla verifica dei requisiti prescritti e necessari.

Fiva Confcommercio Veneto presiederà nelle prossime settimane i tavoli regionali per la stesura dell’atteso provvedimento.

ESONERO PAGAMENTO COSAP/TOSAP
I titolari di concessione o di autorizzazione concernenti l’utilizzazione del suolo pubblico per l’esercizio del commercio su aree pubbliche sono esonerati dal 1°marzo 2020 fino al 30 aprile 2020 al pagamento della Tosap e del Cosap.

La disposizione, introdotta in sede di conversione in Legge del Decreto è stata fortemente voluta da Fiva Confcommercio non prevede distinzione fra coloro che hanno potuto svolgere attività e coloro che, invece, in forza delle varie disposizioni statali regionali e locali, non hanno potuto aprire il banco: i Comuni dovranno procedere alle opportune restituzione in presenza di somme già versate.

AGGIORNAMENTO AL 23.07.2020

GESTORI IMPIANTI CARBURANTI: IMPORTANTI CHIARIAMENTI SUL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

L’Agenzia delle Entrate, lo scorso 21 luglio, ha emanato la Circolare 22/E, fornendo chiarimenti ai fini della fruizione del contributo a fondo perduto, previsto dall’articolo 25 del Decreto “Rilancio”.
Il contributo in questione è erogato direttamente dall’Agenzia delle Entrate e l’invio della domanda può essere effettuato dal 15 giugno al 13 agosto 2020.
Ricordiamo che il contributo spetta a condizione che l’ammontare del fatturato/corrispettivi del mese di aprile 2020 sia inferiore ai 2/3 dell’ammontare del fatturato corrispettivi del mese di aprile 2019.

Per i distributori di carburanti, come precisato dall’Agenzia nella citata Circolare n. 15/E, al fine di verificare il non superamento della soglia di ricavi (€ 5 milioni) questi ultimi vanno individuati avendo riguardo alla “nozione di ricavi determinata secondo le modalità di cui all’articolo 18, comma 10, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600”, ossia considerandoli al netto
del prezzo corrisposto al fornitore.
Ora l’Agenzia, nella Circolare n. 22/E in esame, conferma che tale riferimento normativo è utilizzabile esclusivamente per la determinazione della soglia di ricavi mentre ai fini dell’individuazione della riduzione del fatturato è necessario considerare le somme che lo costituiscono e, in particolare, “dovranno essere considerate le operazioni che hanno partecipato alla liquidazione periodica del mese di aprile 2019 (rispetto ad aprile 2020)”.
In pratica, in base a questa precisazione, l’ammontare del contributo potrebbe risultare ben maggiore.

L’importante risultato raggiunto è frutto di un intenso lavoro sindacale, gestito da Figisc Confcommercio sia a livello parlamentare che sotto traccia con l’ausilio dell’ufficio fiscale di Confcommercio nazionale.

AGGIORNAMENTO AL 10.07.2020

La Regione del Veneto ha emesso una nuova ordinanza che accoglie le nuove linee guida della Conferenza delle Regioni datate 9 luglio 2020 (entrambe i documenti sono scaricabili a fondo pagina). L'ordinanza proroga fino al 31 luglio 2020 l'efficacia delle ordinanze n. 59 del 13 giugno 2020, con il relativo avviso di rettifica pubblicato sul BUR del 14.6.2020, e n. 63 del 26 giugno 2020. Per quanto riguarda le nuove linee guida, nella versione aggiornata  viene data la possibilità, dopo l’igienizzazione delle mani, di consultare riviste, quotidiani e materiali informativi nei ristoranti, nelle strutture ricettive, da barbieri e acconciatori, negli uffici aperti al pubblico, nelle terme e nei centri benessere, nonché nelle discoteche e nei circoli ricreativi.

In questi ultimi, ovvero nelle discoteche e nei centri ricreativi, sarà consentito anche giocare a carte purché si indossi la mascherina, si igienizzino frequentemente le mani e le superfici di gioco e si rispetti la distanza di almeno un metro tra i giocatori dello stesso tavolo sia tra tavoli adiacenti. Ed è consigliata infine la frequente sostituzione dei mazzi di carte usati con nuovi.

AGGIORNAMENTO AL 26.06.2020

Nell'Ordinanza n. 63 del 26 giugno 2020 (scaricabile dal link fondo pagina), fermi restando i Protocolli già adottati con le Ordinanze precedenti, viene data facoltà agli esercizi commerciali e di somministrazione (ad esempio bar e ristoranti) di mettere a disposizione della clientela quotidiani (possibilmente in più copie) avendo accortezza che non rimagano disponibili quelli del giorno precedente.

La stessa ordinanza disciplina inoltre, attraverso uno specifico Protocollo (anch'esso scaricabile dal link a fondo pagina), l'apertura delle attività commerciali e di servizio all'interno delle aree ospedaliere.

AGGIORNAMENTO AL 17.06.2020

Lo scorso 13 giugno la Regione Veneto ha pubblicato l'Ordinanza n.59/2020, in vigore fino al 10 luglio, nella quale vengono introdotte alcune novità di interesse per le imprese associate (ordinanza e allegati sono scaricabili dal link a fondo pagina).
In particolare, l'ordinanza recepisce le nuove linee guida della Conferenza delle Regioni dello scorso 11 giugno, che non introducono comunque particolari novità rispetto al precedente provvedimento.

E' stata invece stabilita la ripartenza, il 15 giugno di cinema e spettacoli e il 19 giugno di fiere, congressi e grandi eventi fieristici, sale slot/gioco/bingo, discoteche.

Le linee guida  le LINEE GUIDA dell'11 giugno 2020 introducono, rispetto alle precedenti, le seguenti novità:

RICAMBIO ARIA: viene precisato che il ricambio d'aria negli ambienti interni deve essere adeguato alle diverse situazioni di affollamento e di permanenza del pubblico, in modo da potenziare adeguatamente la portata di aria esterna.

RISTORAZIONE: viene meglio spe3cificato  il servizio a buffet e introdotte nuove disposizioni per cerimonie e congressi.

ATTIVITA' RICETTIVE: vengono fornite alcune indicazioni generiche per tutte le strutture ricettive e altre indicazioni specifiche per le strutture all'aria aperta, rifugi, ostelli della gioventù e locazioni brevi.

SERVIZI ALLA PERSONA (acconciatori, estetisti e tatuatori): viene regolato l'utilizzo di saune e bagno turco, introducendo anche disposizioni specifiche per centri massaggi e centri abbronzatura.

COMMERCIO AL DETTAGLIO SU AREE PUBBLICHE: viene chiarito in quali condizioni limite i Comuni debbano adottare il contingentamento degli ingressi nei mercati, soluzione che resta un'eccezione rispetto alla regola del semplice accesso ordinato con maggior distanziamento tra i banchi e corsia di un metro fronte posteggio.

PISCINE: l'Ordinanza distingue quelle ad uso natatorio da quelle finalizzate ad altri usi (cura, riabilitazione, ecc.); per queste seconde si rimanda alle apposite indicazioni all'interno della scheda STRUTTURE TERMALI E CENTRI BENESSERE.

NOLEGGIO DI MEZZI DI TRASPORTO: viene eliminato, nel caso di servizi bike sharing e car sharing, l'obbligo di fornire guanti monouso, prevedendo in alternativa l'obbligo di igienizzazione delle mani.

AREE GIOCHI PER BAMBINI: è stata integrata con la sezione "sale giochi" dove si forniscono indicazioni sulla dislocazione delle apparecchiature, sull'accompagnamento dei bambini, sull'igienizzazione dei giochi.

CINEMA E SPETTACOLI DAL VIVO: nella scheda sono state aggiunte le sezioni "produzioni liriche, sinfoniche ed orchestrali, spettacoli musicali, produzioni teatrali, produzioni di danza".

SERVIZI PER L'INFANZIA E L'ADOLESCENZA: è stata integrata con la sezione "campi estivi".

Le linee guida dell'11 giugno hanno inoltre aggiunto le seguenti nuove schede:

  • CONGRESSI E GRANDI EVENTI FIERISTICI,
  • SALE SLOT/GIOCHI/BINGO/SCOMMESSE,
  • DISCOTECHE.

 

NEWS IMPRESE